IIPR ITALIA

Tu sei qui: F.A.Q.

F.A.Q. - Domande Frequenti

E-mail Stampa PDF
  1. Quali sono i requisiti per potersi iscrivere alla Scuola di Psicoterapia?
    Per iscriversi, secondo la normativa ministeriale, è necessario essere laureati in Psicologia o Medicina ed essere già iscritti al proprio Albo Professionale.
  2. Se si è laureati, ma non si ha ancora superato l’esame di Stato, è possibile iscriversi ugualmente?
    L’iscrizione in questi casi è possibile, ma con riserva: ciò significa che bisogna sostenere e superare l’Esame di Stato entro la prima sessione utile dall’inizio effettivo del Corso.
  3. Ci sono dei termini per iscriversi all’Albo Professionale?
    Si, è necessario iscriversi al proprio Albo professionale entro un mese dal superamento dell’Esame di Stato.
  4. Cosa succede se non si supera l’Esame di Stato o non ci si iscrive entro i termini su indicati al proprio Albo Professionale?
    L’iscrizione al I° anno viene considerata non valida e bisogna pertanto “ripetere” l’ anno.
  5. Che valore legale ha il Diploma che viene rilasciato a fine Corso?
    Il Diploma è un diploma di Specializzazione post-universitaria ed è equiparato, ai fini dell’ammissione ai concorsi pubblici banditi dal SSN, ai diplomi di Specializzazione rilasciati dalle Università. Consente inoltre l’iscrizione all’Elenco Speciale degli Psicoterapeuti istituito presso il rispettivo Albo professionale.
  6. Il Diploma viene rilasciato automaticamente se l’allievo ha frequentato regolarmente?
    No, viene rilasciato solo dopo la verifica dell’acquisizione delle competenze specifiche, dopo cioè il superamento di un Esame.
  7. Ci sono altri momenti valutativi durante il corso?
    Certamente, si prevedono per ogni annualità valutazioni semestrali e un esame di idoneità al secondo biennio.
  8. In cosa consiste il tirocinio?
    Per tirocinio intendiamo quell’attività formativa che viene svolta al di fuori della Scuola, presso strutture pubbliche o convenzionate con il pubblico. Lo scopo di tale attività è prevalentemente quella di consentire all’allievo una conoscenza delle diverse realtà cliniche territoriali e un confronto tra le metodologie apprese e le diverse risposte terapeutiche che vengono lì fornite.
  9. Si prevede anche un tirocinio specifico in Psicoterapia della Famiglia?
    Certamente, questo lavoro viene svolto prevalentemente nel secondo biennio e consiste nella supervisione didattica, svolta direttamente o indirettamente, alle attività cliniche dell’allievo.
  10. Come si accede ai Corsi?
    È necessario sostenere con un didatta un colloquio di ammissione, gratuito, finalizzato alla verifica delle motivazioni e delle competenze di base del candidato. Durante tale colloquio vengono anche offerte tutte le informazioni necessarie per poter compiere una scelta consapevole e adeguata ai propri bisogni formativi.
  11. Ci sono delle differenze tra i programmi delle diverse Sedi dell’IIPR?
    Sostanzialmente no, il programma didattico è unificato per quanto riguarda i contenuti e le ore complessive delle materie di insegnamento; possono risultare delle differenze nella attenzione fornita a particolari argomenti, a seconda delle competenze specifiche dei didatti della sede, o nelle attività seminariali, scelte anche in base alle opportunità locali.